jueves, 21 de noviembre de 2013

Roma, la baby prostituta scrive alla madre: "Sei in carcere per colpa mia... Mi manchi"

Angela, 14 anni e il coinvolgimento nello scandalo delle baby prostitute. Partito da Roma e dilagato presto in tutta Italia, come ricostruito negli ultimi verbali choc (LEGGI). Ora, proprio lei trova il coraggio di scrivere a sua mamma, rinchiusa in una cella: “Sei in carcere per colpa mia. Mamma, mi manchi…”, esordisce Angese.
LA LETTERA ALLA MADRE – “Ciao mamma, ti scrivo dalla casa dove mi trovo”, scrive nella lettera Angela. “Non sai quanto mi dispiace che tu sia in carcere per colpa mia. Mi manchi”. Angela è una delle due ragazzine finite nell’inchiesta sulle baby prostitute dei Parioli. Capisce, forse, che cosa ha combinato. Inizia a rendersi conto del gioco perverso in cui era finita. E scrive questa lettera alla madre, in cui torna una bambina di 14 anni e non quella baby squillo che si atteggia a donna, in cerca di lusso, divertimento, droga e soldi.
NEL CARCERE DI REBIBBIA – La mamma di Angela è rinchiusa dal 28 ottobre nel carcere di Rebibbia, a Roma. È lì che riceve la lettera della figlia. È accusata di aver sfruttato sua figlia, di averla indotta a incontrare quegli uomini così più grandi di lei, per farci sesso in cambio di soldi e, forse, droga. In cambio del lusso. la stessa mamma, ricevuta la lettera della figlia, prende carta e penna e risponde: “Ma che dici, amore? Devi pensare solo a te stessa, devi cercare di recuperare, per crescere bene e nel modo giusto”. Un momento di lucidità, nella tormenta. 

0 comentarios: